1. ETICA NEI RAPPORTI DI LAVORO

Il lavoro è il fattore produttivo determinante della produzione di tutti i beni e costituisce gran parte del valore economico e commerciale della produzione stessa e mediante esso, il lavoratore trae dal proprio lavoro un beneficio economico che gli consente la sussistenza e l’elevazione personale.

Ciò dovrebbe avvenire in una condizione ideale, ma a causa della globalizzazione, assistiamo negli ultimi decenni in Europa a fenomeni disumani come quello del traffico di esseri umani destinati ad essere preda di soggetti che lucrano sul grave fenomeno dello sfruttamento del lavoro da parte di determinati imprenditori operanti in diversi settori produttivi con gruppi criminali organizzati e sempre più rivolti a sfruttare la vulnerabilità sociale dei lavoratori, specialmente dei lavoratori migranti.

Indagare sulle condizioni di lavoro in Italia, conoscere le storie di quanti vivono quei luoghi di lavoro, è una vera e propria discesa agli inferi.

Il dilagare del lavoro nero, la totale assenza di tutele e stabilità lavorativa sono fenomeni che coinvolgono non solo i migranti provenienti dai diversi continenti, ma con notevole frequenza anche i cittadini dell’Unione europea, ivi compresi quelli italiani.

Quando le imprese sacrificano in nome della massimizzazione dei profitti, la salvaguardia dei diritti e delle condizioni dei lavoratori, attraverso l’imposizione di pesanti orari di lavoro, l’utilizzo del lavoro minorile, l’assenza di misure di sicurezza, provvedimenti disciplinari illegittimi, bassi salari, sono di fatto colpevoli e responsabili del grave fenomeno dello sfruttamento del lavoro.

E’ per questo motivo che NO CAP ritiene il criterio dell’Etica nei rapporti di lavoro fondamentale e preliminare per l’inserimento dell’impresa nella rete NO CAP e per il conseguente rilascio del bollino etico.

Solo un’azienda che assume regolarmente i suoi dipendenti potrà essere valutata anche per gli altri criteri, viceversa un’azienda che fa ricorso anche parzialmente al caporalato e non stipula contratti regolari e trasparenti non verrà presa in considerazione.

La forza lavoro è la vera ricchezza di una impresa, le aziende che non la rispettano non solo  peccano sul piano della legalità e dell’etica, ma sono anche miopi e autolesioniste perché non rispettando i lavoratori, mancano di rispetto anche a se stesse in una prospettiva a lungo termine. Queste infatti, scegliendo di competere sul piano della compressione dei diritti sono di fatto perdenti su scala globale.

Per maggiori informazioni scrivi a info@nocap.it

 

1.

ETICA NEI RAPPORTI DI LAVORO
CLICCA QUI

2

DECARBONIZ
ZAZIONE
CLICCA QUI

3.

FILIERA CORTA
CLICCA QUI

4.

RIFIUTI ZERO E ECONOMIA CIRCOLARE
CLICCA QUI

5.

PRODOTTI A PIU ALTO VALORE AGGIUNTO
CLICCA QUI

6.

BENESSERE DEGLI ANIMALI NEGLI ALLEVAMENTI
CLICCA QUI